Trattamento delle molecole maleodoranti con Overlab

La Seneca Air  si occupa del trattamento delle molecole maleodoranti con Overlab .

Ci sono tre fasi: diagnosi, progettazione e produzione.

Il target di riferimento è rappresentato da: Industrie, siti di compostaggio, impianto di depurazione e rifiuti.

Trattamento molecole maleodoranti con Overlab

Inquinamento

L’inquinamento dell’aria è un concetto che descrive un’alterazione della qualità e della purezza dell’aria, a causa di una o più sostanze con delle concentrazioni nocive che con il tempo possono avere effetti tossici.

Alcune industri sono responsabili dell’emissione, nei luoghi della vita quotidiana, del lavoro o nell’ambiente, d’inquinanti olfattivi molto sgradevoli per le loro caratteristiche maleodoranti. L’aria è una risorsa vitale, comune e ancora mal regolamentata. Il primo criterio della qualità dell’aria oggettivabile da ogni persona resta il suo odore. Un’attività economica deve tenere conto del proprio ambiente e delle sue popolazioni.

 

Esalazioni olfattive

Più che gli aspetti fisiologici e fisico-chimici dell’odore, c’è soprattutto la sua percezione psicologica nell’individuo che costituisce la peculiarità dell’esalazione olfattiva dell’ambiente. L’esalazione può essere valutata secondo criteri differenti:

  • La frequenza, o il ritmo secondo il quale l’odore appare durante l’arco di una giornata, o di un anno;
  • La durata, la persistenza o il carattere fugace dell’odore;
  • L’intensità o la forza dell’odore in termini di percezione da parte dell’apparato olfattivo, tradotta in sensazione dal cervello;
  • Il carattere edonistico cioè la sensibilità sensoriale che misura l’aspetto aggressivo dell’odore con riferimento alla nostra formazione culturale, secondo cui è classificato un buono o cattivo odore.

L’esalazione odorante si caratterizza principalmente con un fastidio. La tossicità è valutata in conformità a concentrazioni medie orarie o giornaliere, il fastidio olfattivo è per lo più collegato ai picchi di emissione. Anche se la concentrazione dell’odore resta inferiore alla soglia di percezione (media su un’ora), l’individuo potrà percepire i punti di concentrazione, anche molto brevi, e li registrerà altrettanto come episodi di fastidio.

 

Fonti maleodoranti

Numerose attività antropiche possono essere fonte di esalazioni olfattive. L’odore può essere causato:

  • Dalla biodegradazione di corpi naturalmente presenti negli eluvi, come ad esempio i composti sulfurei (dalle cartiere), gli acidi grassi di pollame volatile (industrie agro-alimentari), i rifiuti domestici, il letame di allevamenti.
  • Dalle fermentazioni anaerobiche a forte richiesta di ossigeno (eluvi liquidi di depurazione delle acque, compostaggio, centri smistamento rifiuti).
  • Dalla decomposizione tecnica dei composti organici, torrefazione agro-alimentare.

 

Parametri che influenzano le emissioni maleodoranti

Gli odori emessi sono direttamente dipendenti dalla fonte d’emissione ma anche da fattori ambientali come la topografia, igrometria, la temperatura, il vento, la pressione atmosferica.

 

Natura dell’esalazione olfattiva

Gli odori sono delle miscele complesse di composti, che variano secondo la fonte. Gli odori sono diffusi sia sotto forma di gas, sia veicolati da polveri. Fra gli inquinanti olfattivi l’ammoniaca e l’idrogeno solforato sono maggiormente riscontrati. Gli inquinanti olfattivi possono essere classificati dalle loro caratteristiche chimiche:

  • I composti sulfurei
  • I composti amminati
  • Gli aldeidi
  • Gli acetoni
  • Gli acidi grassi volatili
  • Gli alcol

Principali molecole maleodoranti

Da considerare che ogni macrogruppo dei seguenti contiene fino a dieci tipologie di molecole maleodoranti.

  • Solforati
  • Azotati
  • Acidi
  • Alcoli
  • Aldeidi
  • Cetoni
  • Esteri
  • Fenolo

 

Overlab

Overlab è una soluzione brevettata unica nella distruzione definitiva dei cattivi odori, utilizzando il meccanismo della mineralizzazione naturale istantanea delle esalazioni olfattive per renderle inerti, stabili e senza danno per l’uomo e per l’ambiente.

 

Prodotti

I prodotti Overlab sono progettati per una proprietà essenziale: la distruzione degli odori. Formulati intorno a degli agenti esclusivi di origine vegetale, essi sono sicuri, facilmente biodegradabili ed efficaci: Il principio attivo è di origine naturale, biodegradabile secondo la metodologia OCDE 301 B, è conforme alla regolamentazione REACH ed ha efficacia testata si composti odoranti di origine organica (Azoti, solfati, ossigenati).

 

Principi d’azione dei prodotti Overlab

  1. Incorporazione
  2. Addizione nucleofila
  3. Complessazione
  4. Compensazione
  5. Messa in opera dei prodotti
  6. Prove e validazione dei prodotti

 

Overlab: risultati sul campo

Overlab ha espresso la reale efficacia in siti maggiormente esposti a problematiche del genere:

  • Impianto di depurazione: unità di essiccamento solare del fango di una stazione di depurazione
  • Biocarburante: stabilimento di triturazione
  • Industria agro alimentare: macello
  • Industrie agro alimentari: cucine industriali
  • Industria agro alimentare: fabbrica

 

Certificato di conformità alle regolamentazioni in vigore.

Overlab certifica che tutti i componenti che entrano nei formulati OverLab rispondono alle esigenze del regolamento europeo REACH disciplinante i composti chimici e le norme per un utilizzo degli stessi in tutta sicurezza (EC 1907/2006). Il REACH concerne la registrazione, la valutazione e le restrizioni applicabili alle sostanze chimiche.

Conformemente alle disposizioni del Regolamento Europeo n°1272/2008/CE, i prodotti Overlab senza diluizione sono: non tossici se ingeriti, non tossici per contatto cutaneo, non infiammabili, facilmente biodegradabili, secondo le raccomandazioni dell’OCSE (DCO/DBO5<2).

Il composto attivo dei formulati S-BN1 e BN2-S è protetto dal brevetto n° US4851214. Il composto attivo dei formulati S-BS1, BS2-S, S-BS3 E BS4-S è protetto dai brevetti n° EP0327927 E US6528047

La fabbricazione dei formulati OverLab è realizzata su siti certificati ISO EN 9001 e/o 140021

 

Alcuni dei diffusori a elevata prestazione

Seneca propone la combinazione reagente-diffusore più adatta alle necessità, per un’efficacia massimale e un risultato garantito attraverso le misurazioni olfattometriche.

Per le Industrie:

  1. Ciminiere
  2. Torre di lavaggio
  3. Chiarificatore/decantatore
  4. Locali dei fanghi
  5. Cassone da rifiuto/compattatore

I rifiuti:

  1. Contenitore/compattatore/cassone
  2. Camion di raccolta
  3. Zona di ricezione multiflusso e rifiuti fermentabili
  4. Torre di lavaggio
  5. Stoccaggio/valorizzazione
  6. Stoccaggio: balla di rifiuto
  7. Stoccaggio: CSDU (centro stoccaggio rifiuti ultimati) e ISDND

Compostaggio:

  1. Trattamento dell’aria
  2. Fermentazione in contenitori esterni o coperti
  3. Fermentazione nei livellamenti ventilati
  4. Triturazione/miscela/vagliatura
  5. Fermentazione dei livellamenti con rovesciamento
  6. Piattaforma di maturazione/affinamento
  7. Trattamento bacino di percolato

Impianto di depurazione

  1. Apparecchio di rilevamento
  2. Locale di pre-trattamento
  3. Torre di lavaggio
  4. Trattamento biologico
  5. Zona di deposito
  6. Serra di essiccamento
  7. Trattamento del locale fango
  8. Chiarificazione

Torri di lavaggio d’aria

Applicazioni specifiche:

  1. Additivo concentrato per il trattamento dei bagni delle torri di lavaggio chimico dell’aria. Riduce immediatamente le unità di odori in uscita. Assicura una rapida depurazione di modo che l’acqua ai piedi delle torri può rapidamente abbattere le molecole odoranti. L’additivo Overlab permette di trattare queste molecole direttamente nelle camere evitando così la loro emissione.
  2. Additivo concentrato per migliorare il comfort olfattivo in uscita dal biofiltro. Assicura una rilevante depurazione che può rapidamente saturare in caso di picchi di produzione. L’additivo Overlab permette di migliorare il comfort olfattivo in queste fasi di lavorazione.

Garanzia di risultato

L’efficacia dei risultati applicati dalla società Seneca Air con lo scopo di ridurre le percezioni di emissioni odoranti da parte dei residenti nelle vicinanze dei siti, può essere misurati con lo scopo di convalidare il risultato ottenuto. La misurazione è eseguita con l’ausilio di un olfattometro da terreno chiamato “Nasal Ranger” fabbricato dalla società americana “St. Croix Sensory”. Quest’apparecchio permette di misurare il numero di diluizioni necessarie per percepire un odore in ricezione ambiente. Il NR: olfattometro da terreno, ci permette di garantirvi un’efficacia ottimale misurata. E’ un dispositivo portatile, permette di determinare in maniera semplice e obiettiva il rapporto D/T di diluizione degli odori nell’ambiente. I tecnici di Seneca Air utilizzano questo strumento di misurazione per convalidare con il cliente l’efficacia dei trattamenti degli odori e assicurare la garanzia del risultato atteso. In linea di massima, la Seneca Air s’impegna a mettere in opera dei sistemi di trattamento capaci di ridurre la percezione dell’effetto nocivo a meno di 5 U.O. a margine esterno del sito oppure di un’ubicazione ben precisa stabilita insieme, misurata per mezzo del NR e convalidato da un gruppo di minimo sei osservatori. Nel caso in cui questo effetto non fosse ottenuto nell’ambito delle ordinarie attività del sito, la società Seneca Air s’impegna a mettere in opera tutti i mezzi che essa riterrà necessari per ottenere il risultato atteso.