L’uso degli oli essenziali in veterinaria

L'uso degli oli essenziali in veterinaria

Sanificazione box e lettiere cavalli

Nell’articolo tratteremo un aspetto atipico eppur funzionale delle terapie naturali: l’uso degli oli essenziali in veterinaria.

In natura esistono organismi in grado di provocare infezioni interumani o esclusivamente animali. Ad esempio il Microsporum canis è il dermatofita maggiormente coinvolto nelle micosi degli animali da compagnia, ma il cui serbatoio biologico è costituito da ratti e roditori.

Per curare al meglio le micosi bisogna usare la combinazione di prodotti ad uso  topico (locale) e prodotti ad uso sistemico in interazione.

Finalmente, negli ultimi anni si sta diffondendo l’applicazione di farmaci naturali tra i quali spiccano gli oli essenziali. E’,ormai, riconosciuta la valenza terapeutica di alcuni di essi come battericidi, virucidi e antibiotici naturali. Il più famoso e curativo è il tea tree oil anche detto Melaleuca Artenifolia.

Sono tanti i vantaggi dell’utilizzo di questi oli: basso impatto ambientale, riduzioni di problemi di farmaco resistenza, della spesa della terapia e del rischio zoonotico.

Si può dire, a tutti gli effetti, che l’utilizzo degli oli essenziali è una valida alternativa o un complemento alla terapia convenzionale delle micosi cutanee.

Le micosi , come è ormai noto, si diffondono anche a causa degli squilibri cutanei e dell’intero organismo: stress,carenze immunitarie, vitaminiche etc…Il contributo degli oli non riguardano solamente l’attività antimicotica ma anche il ripristino degli equilibri organici. Sono innumerevoli le infiammazioni batteriche che favoriscono lo sviluppo dei miceti.

La scelta dell’olio essenziale più adatto, però, non va fatta a caso. Dietro c’è lo studio delle sue qualità terapeutiche, della posologia dell’impiego e dell’uso sinergico di più oli in relazione al caso clinico da affrontare.

Il re indiscusso degli oli, come succitato, è il TTO (Tea Tree Oil)o albero del tè. E’ nativo dell’Australia. Veniva utilizzato già dagli aborigeni, che ne conoscevano le proprietà, come antisettico e repellente naturale. Miscelato a sostanze veicolanti studiate ad hoc può essere usato come “tafano topico repellente”

L’uso degli oli essenziali in veterinaria – Oli essenziali in dermatologia veterinaria

Gli oli essenziali si possono utilizzare per affezioni quali: pioderma, dermatite seborroica,micosi, acne,dermatiti furfuracee, dermatopatie in maniera alternativa o complementare alla terapia convenzionale.

L’uso può essere di tipo eziologico (ovvero colpire la zona interessata)o può stimolare le difese immunitarie del cavallo o come riequilibrante della cute.

Le principali attività terapeutiche sono: antinfiammatorie e decongestionanti, immunomodulanti, antimicrobiche, antifungine,antiossidanti,acaricide,seboriequilibranti

Essenziale è il grosso contributo olfattivo che generano. Agiscono sulle percezioni  con effetti neurologici e feromonali comprovati,soprattutto su zone del cervello riguardanti le emozioni, e le proprietà psicotrope, con evidenti effetti sul comportamento sia umano che animale. Sono funzionali al miglioramento di alcune patologie dermatologiche con base psicosomatica.

Anche in questo caso il TTO è sicuramente il più studiato e utilizzato in dermatologia perché da diversi decenni sono stati finanziati e sostenuti dai paesi produttori numerosi studi scientifici, che hanno arricchito le informazioni disponibili e il largo utilizzo da parte delle aziende.

L’utilizzo dell’olio essenziale di Rosmarinus Officinalis nelle dermatopatie

Altro olio particolarmente utilizzato in dermatologia veterinaria è il Rosmarinus Officinalis in quanto fortemente antimicotico e antibatterico.

E’, inoltre, antiossidante, fotoprotettivo,radioprotettivo,seboriequilibrante. Favorisce la rigenerazione della cute e del pelo. Ha dimostrato proprietà antinfiammatorie, infatti, l’acido carnosico e il carnosolo sopprimono la risposta pro-infiammatoria e stimolano i leucociti polimorfonucleati.

La sua attività olfattiva ha dimostrato effetti stimolanti sulla attività locomotoria dei mammiferi e modificazioni di alcuni parametri dell’attività elettrica del cervello,azione principalmente stimolante, con aumento di attenzione, di memoria e di contentezza, riducendo lo stress e l’ansia.

In conclusione i vantaggi dell’utilizzo degli oli essenziali in dermatologia veterinaria sono la riduzione dei problemi di farmaco resistenza, la possibilità di utilizzo negli allevamenti biologici, la facilità di applicazione, la gradevolezza del profumo, ma soprattutto l’azione combinata del fitocomplesso, che agisce anche sui fattori predisponenti le varie patologie, il basso impatto ambientale.

 

L’uso degli oli essenziali in veterinaria – La terapia con gli oli essenziali nel cavallo

L’olio essenziale è una miscela di sostanze volatili prodotte naturalmente dalle piante, in piccolissime quantità.

Contrariamente a ciò che suggerisce il nome, non si tratta di sostanze oleose, né grasse e non hanno nulla in comune con gli oli vegetali. Sono generalmente ottenuti per distillazione.

Nei cavalli la somministrazione degli oli essenziali può avvenire per molteplici vie:

  • Orale
  • Topica
  • Olfattiva (inalazione, diffusione ambientale)

Le prime due sono deducibili e la veterinaria tradizionale ne è a conoscenza da molto tempo.

Il sistema olfattivo dei cavalli

Il cavallo è particolarmente sensibile all’olfatto e si presta anche molto bene a questa via di somministrazione, anche perché è in grado di darci un’informazione immediata circa la correttezza della nostra scelta, dimostrando piacere oppure repulsione nei confronti dell’olio essenziale che gli stiamo porgendo. Le molecole degli oli essenziali sono in grado di stimolare i recettori olfattivi che inviano a loro volta un segnale al sistema limbico e a determinare il rilascio di neurotrasmettitori in grado di generare effetti diversi (calmanti,euforizzanti,stimolanti etc…)

Gli oli possono essere inalati per tutti i problemi respiratori (fluidificare, decongestionare lenire le infiammazioni). Nel cavallo,attualmente,l’unico modo è quello di utilizzare le maschere per aerosol dotate di apposito nebulizzatore per oli essenziali. Solitamente si usa una,massimo due gocce. Può essere controindicato in caso di cavalli asmatici (predisposti a broncospasmo) soprattutto l’olio essenziale di Mentha piperita.

Per quanto riguarda la diffusione ambientale, l’idea è utilizzare gli atomizzatori ideati dalla Seneca Air. Si utilizza qualche goccia di olio essenziale diluita in olio neutro o acqua. In questo modo si sfruttano le cosiddette tecniche di “Aromaterapia sottile”. Un po’ come avviene per le altre terapie energetiche  come la floriterapia e l’omeopatia, bisogna individuare una sorta di risonanza tra l’energia sottile dell’olio essenziale e l’animale, al fine di ristabilirne l’equilibrio e ottenere la vera guarigione. E’ possibile, in questo modo, trattare moltissime problematiche anche di carattere comportamentale o emotivo ( come il ticchio d’appoggio, il ballo dell’orso), predisporre o rilassare un cavallo in vista di una competizione, oppure ottenere una migliore capacità di concentrazione. Per lavorare a questi livelli si utilizzano piccole quantità di essenze e la finalità non è il trattamento dei sintomi, ma il riequilibrio delle cause che li hanno scatenati. Nel caso di blocchi profondi e soprattutto nel caso delle stereotipie comportamentali è necessario affidarsi ad un terapeuta e non prescindere mai dal fatto che sia fondamentale una corretta gestione dell’ambiente, dello stile di vita e dell’alimentazione del cavallo

L’uso degli oli essenziali in veterinaria – Oli essenziali per i cavalli

  • ARANCIO DOLCE (Citrus sinensi)
  • BASILICO (Ocymum basicum)
  • CIPRESSO (Cupressus sempervirens)
  • COPAIBA (Copaifera officinalis)
  • EUCALIPTO GLOBULUS (Eucalyptus globulus)
  • GERANIO (Pelargonium graveolens)
  • INCENSO (Boswelia Carterii)
  • LAVANDA VERA (Lavanda Officinalis)
  • MAGGIORANA (Origanum majorana)
  • MIRRA (Commiphora)
  • POMPELMO (Citrus Paradisii)
  • THIEVES (miscela di oli essenziali)

Contattaci, un nostro specialista ti illustrera’ , senza impegno. le soluzioni specifiche Seneca Air